Skip to content

La storia della Salsa

 

La Salsa come genere musicale nasce a New York negli anni settanta da una fusione di ritmi afro-caraibici con il Jazz nordamericano.

Ponte di Brooklyn

Ponte di Brooklyn

 

In quei tempi nel Barrio latino di NY City arrivarono in massa le popolazioni afro-ispaniche dal Sud America e dalle Antille.

 

Queste popolazioni portarono a NY la propria musica, parte integrante della loro filosofia di vita, influenzando questa città in maniera molto rilevante.

 

Il risultato fu questo ritmo contagioso e accattivante chiamato Salsa che combinava la 

clicca per vedere il filmato

Rumba Guaracha con il Jazz.

 L’antenato principale della Salsa è il Son cubano che mescola influenze europee e africane.

La volontà degli immigrati latini, soprattutto cubani e portoricani, di sentirsi più vicini ai loro paesi, portò alla crescita della salsa.

Alla fine degli anni settanta la salsa venne riconosciuta a livello internazionale grazie a cantanti come Celia Cruz, Tito Puente e Willie Colon, solo per citarne alcuni.

Da New York si espande a Puerto Rico, Cuba, Colombia, Perù, Venezuela e tanti altri paesi latinoamericani.

Da espressione culturale latino-americana tipica di NY la salsa arriva così ad imporsi come moda internazionale.

 Ballerini di Salsa

Oggi la Salsa è un fenomeno musicale mondiale sia per quanto riguarda la musica sia per il ballo.

Ora possiamo contare su arrangiamenti Pop e Jazz veramente moderni, anche se, comunque, gli amanti di questo genere voltandosi indietro amano ricordare la magia che veniva emanata dai grandi pionieri della salsa.